Al culmine della disperazione by E. M. Cioran

By E. M. Cioran

Show description

Read Online or Download Al culmine della disperazione PDF

Similar italian_1 books

La Somma Teologica. Introduzione generale

Esemplare in buone condizioni. Copertina con tracce di polvere. Busta incollata in terza di copertina. Dorso scollato ma fermato da del nastro adesivo. Tagli bruniti e con polvere. Pagine brunite ai bordi. Testo in italiano e latino

Il mondo è una mia creazione

L’operato della mente ha attratto da sempre los angeles nostra attenzione, ma solo recentemente si è cominciato a capire qualcosa di concreto in merito. Siamo inoltre nell’epoca della psicologia, che coinvolge quotidianamente los angeles nostra conversazione, moltissime analisi condotte dai media e perfino l’intrattenimento.

Additional info for Al culmine della disperazione

Sample text

C’è una serenità fasulla nelle loro riflessioni sulla morte; in realtà sono loro a tremare di più. Ma non dimentichiamo che la filosofia è l’arte di mascherare i propri sentimenti e i propri supplizi interiori al fine di ingannare il mondo sulle vere radici del filosofare. Il sentimento dell’irreparabile che accompagna sempre la coscienza e la sensazione dell’agonia può eventualmente spiegare una dolorosa accettazione mista a paura, ma mai un amore o una simpatia per il fenomeno della morte. L’arte di morire non si impara, poiché non prevede alcuna tecnica, alcuna regola, alcuna norma.

La sensazione di vuoto e di espansione verso il nulla, sempre presente nella melanconia, trova la sua origine più profonda nella stanchezza propria degli stati negativi. La stanchezza separa l’uomo dal mondo e da tutte le cose. L’intensità del ritmo della vita si attenua, le pulsazioni organiche e l’attività interiore perdono la tensione che differenzia la vita nel mondo e che la determina come un momento immanente dell’esistenza. La stanchezza è la prima causa organica della conoscenza, poiché crea le condizioni indispensabili a una differenziazione dell’uomo nel mondo; attraverso di essa si raggiunge quella prospettiva particolare che pone il mondo davanti all’uomo.

Per favorire il processo di interiorizzazione e di conversione verso il proprio essere, bisogna farle di sera, quando nessuna delle seduzioni abituali può più suscitare interesse, e quando le rivelazioni sul mondo sorgono dalla regione più profonda dello spirito, là dove esso si è separato dalla ferita della vita. Quanta solitudine occorre per accedere allo spirito! Quanta morte in vita, e quanti fuochi interiori! La solitudine nega a tal punto la vita, che la fioritura dello spirito, effetto dello straniarsi da essa, diventa quasi insopportabile.

Download PDF sample

Rated 4.48 of 5 – based on 14 votes